domenica 24 gennaio 2010

ottava e nona settimana

Oggi compiamo 9 settimane.. l'avvicinarsi del termine del periodo a rischio mi rasserena un po', anche se solo in apparenza visti gli incubi che ho iniziato a fare! Ma per il resto scorre tutto al solito, sempre le solite contrazioni a cui mi sono ormai abituata e di conseguenza la solita vita poco attiva (che, pantofolaia e pigra come sono, non mi dispiace affatto!!).. "ma devi fare nuoto" "ma devi camminare" "ma devi fare esercizio fisico".. confesso che da una parte le contrazioni diventano anche un po' una scusa per zittire chi rompe proponendomi le mille attività fisiche che una donna in gravidanza dovrebbe fare.
D'altronde è così: sono stanca, ho sonno, sono pigra, fa freddo.. ma chi ce lo fa fare a me e al panzerotto di andare avanti e indietro a saltellare da qualche parte?!? anche no, grazie. Poi l'altra settimana abbiamo fatto lo spesone all'ipercoop: alla fine ero morta di stanchezza e con la panza dolorante, così ho avuto l'ennesima conferma che è meglio che me ne stia tranquillina.
La scorsa settimana ho avuto un sacco di nausee: mattina, sera, mattina e sera, insomma chi più ne ha più ne metta; miracolosamente sono invece scomparse questa settimana, nonostante permangano molte idiosincrasie ad alcuni cibi (soprattutto cibi sani, e ti pareva?!?). In compenso ho avuto il boom delle voglie e della fame continua: mangio ogni due ore, preferibilmente patatine o cetriolini in agrodolce.
E questa settimana è esplosa la panza: lo so che è presto, ma tiene già il suo posticino e ho dovuto definitivamente abbandonare i jeans.. e, nonostante mia madre continui ad affermare che sia solo ciccia, beh.. da inizio gravidanza ho perso un kg!
Quindi: non mi muovo, mangio in continuazione, mangio male e dimagrisco... ma panzerotto mio quanto bruci??? :)

sabato 23 gennaio 2010

cuci cuci coo candy!

Per festeggiare il primo compleanno del blog Cuci cuci coo indice un meraviglioso blog-candy!
Andate a visitarlo qui
http://cucicucicoo.blogspot.com/2010/01/cucicucicoo-compie-1-anno-festeggiamo.html

ecobaby giveaway!


Ecobaby inaugura il suo negozio indicendo un giveaway con in palio un bellisssimo pannolino lavabile :)
Ecco il link
http://networkedblogs.com/p25273366

lunedì 11 gennaio 2010

il cambio di mansioni in gravidanza è una forma di mobbing

Io faccio un lavoro a rischio per a gravidanza. E siccome è un lavoro a rischio il datore di lavoro è obbligato a cambiarmi mansione, anche per una mansione inferiore. Nel caso in cui non possa farlo viene chiesta la maternità anticipata. Normalmente il popolo delle educatrici inizia così subito a stare a casa, ma io no. Io lavoro per il Comune. E non so quanto l'inquisizione brunettesca abbia lasciato effetti su questo, tant'è che il mio datore di lavoro "non si prende la responsabilità di dichiarare che non può cambiarmi di mansione", per cui a partire da oggi sono stata spostata in ufficio in comune. Ovviamente non mi è stato comunicato in che ufficio, a fare che cosa, con che orari, ma pazienza, stamattina prendo coraggio e vado, chissà che non sia l'occasione di fare un'esperienza diversa. Per fortuna ho avuto qualche intoppo stamattina e non sono entrata presto quanto avrei voluto, perché bollo alle 8,49, vado dalla mia direttrice e non c'è. Chiedo aiuto al portiere, che mi scorta fino all'altro ufficio che si occupa del nido, dove vengo accolta molto cordialmente e dove mi viene detto di aspettare l'arrivo della direttrice. Gentilmente mi viene offerta una sedia. Grazie. Intanto guardo il soffitto. Alle 10,30 circa finalmente la direttrice arriva e mi mette a compilare i bollettini per gli utenti del nido, ma solo mentre organizza il mio lavoro che poi scopro consistere in 10 minuti di fotocopie. Stop, finito. Di nuovo a guardare il soffitto. Ovviamente continuo a non avere un pc, una scrivania, un posto dove appoggiare le mie cose, ma una sedia ce l'ho. Quella degli ospiti.
Finalmente arriva la pausa pranzo, e torno a casa, completamente depressa. Dopo mezz'ora torno e mi aspetta un po' più di lavoro, che la mia collega gentilmente mi cerca in modo da non farmi annoiare del tutto: passo il pomeriggio a timbrare cedolini e ho l'opportunità anche di fare qualche somma con la calcolatrice.
A parte il chiedersi l'utilità di avere una laurea, un certo tot di corsi e competenze e quasi dieci anni di lavoro; mi chiedo che senso ha tenermi lì a fare niente, per quale oscuro motivo ci si deve incaponire a farmi andare a lavorare lo stesso quando non sono utile a nessuno e quando questo non può che essere solo una fote di stress per me. E allora mi vengono mille pensieri, rispetto alla mia condizione di donna incinta, che da subito viene trattata come un peso per la società: già, perchè se sei incinta non stai dando un contributo alla società, facendola crescere ed evolvere grazie al ruolo di madre e grazie ai tuoi figli che contribuiranno a far crescere una nuova generazione, no.. sei semplicemente un intoppo, una macchina non produttiva, qualcosa che si è impigrito e non rende. E allora inizio a pensare che il cambio di mansioni sia una forma di mobbing legalizzato.

domenica 10 gennaio 2010

settima settimana


Ed eccolo qui, finalmente, il nostro panzerottino!!
Giovedì siamo andati a fare la visita e l'ecografia e per fortuna per ora va tutto bene.. in compenso ho vinto un abbonamento al buscopan grazie alle mie simpatiche contrazioni, ma non importa, basta che vada tutto bene! Comunque è stato veramente un momento meraviglioso e commovente e sono stata felicissima che ci fosse anche il maritozzo a condividerlo con me! :)
Questa settimana sono iniziate le nausee, che arrivano verso le due di notte e se ne vanno tra le 11 e le 13, ma per fortuna sono leggere e ci convivo abbastanza bene per ora. Più difficile il discorso sonno perchè di notte dormo malissimo e soffro di "sindrome da risveglio con la gamba sbagliata" (stamattina la prima cosa che ho detto a mio marito è stata "guarda che se non ti alzi non ce la facciamo a fare tutto!" - da leggere con il tono più acido che vi viene - .. povero marito mio!!), per cui sospetto che sarà molto divertente domani alzarmi alle 7,15 per andare a lavorare in ufficio.. mah, speriamo!

venerdì 8 gennaio 2010

Give-away di Valentina


Partecipate al bellissimo give-away di Valentina!! Guardate che bel libro che c'è in palio!
http://valegroove.blogspot.com/2010/01/questa-volta-lo-indico-io-un-give-away.html

domenica 3 gennaio 2010

sesta settimana

Abbiamo passato il capodanno a casa, perchè non ci sentivamo di affrontare un viaggio fino in Toscana con le previsioni di allagamento e senza che io potessi prendere nessun antistaminico per le mie allergie.. ma almeno siamo stati tranquilli e abbiamo passato una piacevole serata in compagnia di mia suocera e mia cognata.
Le contrazioni hanno un po' smesso di tediarmi per un po', ora mi sono ripresi doloretti vari che non riesco a distinguere dalle conseguenze di una colite aggravata dalle feste. Stamattina è comparsa la nausea fino a dopo pranzo, ma capirò col tempo se anche questa fosse solo conseguenza delle 1000 mangiate festaiole :P
In compenso orticarie allergiche mi tengono piacevolmente compagnia in svariati momenti della giornata..
E finalmente si avvicina il momento dell'ecografia: un'attesa densa di gioia e un po' di preoccupazione nella speranza di constatare che sia tutto a posto..
Questa settimana sono continuate le viste post-natalizie con annessa comunicazione della notizia e abbiamo constatato quanto sia impopolare la nostra decisione di non effettuare alcun test per sapere se il nostro panzerotto possa avere delle difficoltà legate a qualche malattia genetica: rimango allibita per la facilità con cui si pensi a test che comunque mettono a rischio la salute del feto e per l'altrettanta facilità con cui si pensa all'aborto nel caso in cui il figlio non sia perfetto come era stato pensato (peraltro un sacco di handicap e malattie si scoprono molto dopo la nascita, per cui..). Capisco che la nostra posizione di apertura completa alla vita è una decisione molto personale (beh, d'altronde l'abbiamo anche promesso in chiesa), comprendo anche che uno se la possa "non sentire" (ribadendo che questo non salva i genitori da un sacco di problematiche che si possono avere dopo), ma non comprendo il negare la vita a priori, c'è sempre l'adozione.
Immagino di essere impopolare ma penso che l'atto di avere un figlio in maniera consapevole presupponga una generosità e un'apertura della coppia che mal si concilia con l'egoismo di avere un figlio come lo si vuole.
Al di là di tutti questi pensieri, ci siamo lanciati alla scoperta di "passeggini-questi sconosciuti", ma sinceramente non ci siamo raccapezzati molto: devo dire che mi piace molto quello della stokke, perchè è l'unico alto e abitando in città magari panzerotto si inspirerebbe un po' meno schifezza di gas di scarico, ma costa un botto e non ha l'ovetto.. insomma, penso che andremmo a vederne di persona un po' nella speranza di capire la differenza tra un tipo e l'altro..
Meglio invece è andata la ricerca dei pannolini lavabili, che al momento ho rinunciato a fare, visto che dovrò continuare a lavorare e data la difficoltà e il costo nel reperire i materiali.

In ultimo.. oggi è il compleanno del mio meraviglioso Maritozzo: ti amo tesoro mio!!!