lunedì 31 maggio 2010

ventisettesima settimana

Dopo l'esperienza del pronto soccorso le cose non sono proprio tornate come prima: ho più contrazioni e più dolori, ma non importa: sempr meno che nel primo trimestre, poi se mi hanno detto che va tutto bene ho solo da stare tranquilla :)
Diligentemente continuo a misurare peso e pressione quasi tutti i giorni: il calendario ormai è diventato un insieme di numeri!
Ora abbiamo in programma un giro di test-passeggini, in modo da procedere poi all'acquisto (in realtà non lo compreremo noi perché la mia nonna ha deciso di fare questo super-regalone al primo bis-nipote.. che matta!) .. insomma, qui ormai è quasi tutto pronto, stiamo anche iniziando le grandi pulizie (..i vetri: questi sconosciuti), in modo da fare le cose con calma (anche perché diversamente da "con cama" non siamo molto capaci, per quanto riguarda le pulizie!).
Tra un paio di settimana la mia mamma finirà la scuola (è maestra) e l'ho già prenotata per accompagnarmi alla ricerca delle cose da mettere in valigia.. non vorrei comprare troppo -mi infastidisce oltremodo comprare delle robe apposta- però non so bene come comportarmi in proposito.. anche perché il corso purtroppo lo inizieremo piuttosto tardi (a luglio) e non so quando avremo la lista.. Per esempio non so se prendere una camicia da notte per il parto o la famosa t-shirt larga (premesso che io le camicie da notte non le reggo molto), poi c'è l'annosa questione delle mutande di rete -che mi fanno rabbrividire solo all'idea- ma comprarne di cotone apposta forse è ancora meno sensato: anche perché quegli assorbentoni ci staranno dentro a delle mutaande normali? boooohhh!!
Intanto mi sono letta "Figli vegetariani" di L. Proietti: davvero ne consiglio la lettura a tutti/e, anche se non vegetariani, perché da' numerose preziose indicazioni sullo svezzamento..



Grazie a tutte per la vicinanza!! Un abbraccio super cumulativo! :)

venerdì 28 maggio 2010

di pronto soccorso ed altre amenità

Eccoci qui, reduci dalla prima gita al pronto..
L'episodio risale ormai a due giorni fa, ma lo riporto ora che sono un po' più tranquilla :)
Martedì sera: dolore improponobile al coccige, come se fosse rotto, da non riuscire a stare seduta/in piedi/coricata.. alla fine trovata posizione semi-sdraiata su un fianco in mezzo ad una marea di cuscini.. sembravo uscita da un intervento proctologico. Ma "passerà".
Mercoledì mattina: il dolore va un filino meglio ma non è passato, in compenso permane dalla notte la "pancia di pietra" con uniche variazioni da dura a durissima e sopraggiungono numerose fitte vaginali..
Cerco di non partire subito in quarta con l'ansia a palla e intant mi vado a vedere le statistiche sui prematuri dopo la 26esima settimana che mi rinfrancano parecchio e varie amenità simili, poi verso pranzo mi decido a sentire la ginecologa che mi dice di andare in ospedale a fare un tracciato. Santa cognata mi accompagna al pronto soccorso e iniziano le trafile del "cos'ha?" e del non capire a chi e come devi rispondere (es. infermiera in mezzo al corridoio: le devo spiegare tutto l'ambaradan o no? boh!). Intanto che aspetto la pancia finalmente si rilassa un po', anche se ogni tanto mi viene qualche contrazione, e faccio in tempo a gustarmi lo "splendore" del reparto in tutta la sua tristezza (cavoli, ma almno un po' di colore datelo no?!) e a preoccuparmi per presunte infermiere vey aggressive con tacco 12 che vedo passare avanti e indietro (poi scopro essere personale amministrativo.. ma allora che stai affà in maternità?? per spaventare le partorienti??). Finalmente mi visitano.. ehm, "finalmente"... una delicatezza da fare spavento! Premetto: io continuo ad avere un pessimo rapporto con le visite ginecologiche, però un minimo!! "eh, signora, ma si rilassi!!!": purtroppo ero occupata a stringere i denti dal male altrimentiun bel "sì ma è mio là sotto, ci vada piano!!" sarebbe stato il minimo. Comunque "tutto a posto signora, ora facciamo un piccolo tracciato per vedere le contrazioni".
Per fortuna passo nelle mani dell'ostetrica, che mi porta in sala travaglio a fare il tracciato. Finalmente mi rilasso e quasi mi addormento, non fosse che il panzerotto è rimasto un po' infastidito e prendeva a calci la sonda :D
Qualche conrazioncina leggera ma niente di che. Esco e reincontro la ginecologa che in corridoio guarda il tracciato e mi fa "Signora, ma le devo vedere con la lente di ingrandimento queste contrazioni??", della serie "Simpatia portami via". Poi entriamo in sala visita, mi fa prendere la pressione e sbaglia a trascriverla (capisco che "70" suoni simile a "60" però..), mi dice che va tutto bene, di non preoccuparmi, di continuare a prendere il buscopan 3 volte al giorno, anzi, "prenda lo spasmex che magari le fa più effetto" e si lamenta per tutto il tempo di quante eravamo oggi. Allora le chiedo per 3 volte (dico 3, non ho mica desistito subito) perché mi sia venuto male al coccige e la risposta rimane invariabilmente "Signora prenda un Tachipirina 1000". O_o
E al ritorno da quest'esperienza realizzo sempre di più di non aver paura del parto, ma del personale ospedaliero!

martedì 25 maggio 2010

ventiseiesima settimana e un po'..

Oggi compiamo sei mesi! (e sette di matrimonio)
L'allergia continua a mettermi a dura prova, ma dopo aver visto il bollettino del polline in Piemonte (O_o) devo dire che tutto sommato me la sto ancora cavando..
Devo prenotare la terza ecografia, purtroppo privatamente, perché in Piemonte non la passano più, nemmeno per le gravidanze a rischio (!!!).. in compenso dovremmo andare a farla al S. Anna (intra moenia) con il macchinario più fichissimo che c'è :)
Gli acquisti procedono, diciamo che trio a parte ormai abbiamo preso quasi tutto.. Però per fare la borsa tenterò di aspettare almeno luglio!
Per quanto riguarda l'alimentazione sono riuscita ad inserire i semi di lino (grazie Isa!!!) , ma non ancora le alghe.. l'altro giorno siamo andati al giapponese e sono riuscita a mangiarle nella zuppa di miso, per cui voglio tentare questa strada usando l'alga dulse, poi ho preso la nori spezzettata (come da consiglio di Serena) e proverò ad infilarla qui e là in qualche portata..
Tra l'altro: curva glicemica super ok :)))
L'umore è altalenante: purtroppo lo scorso fine settimana abbiamo avuto qualche discussione con la mamma del maritozzo (o meglio, l'ha avuta lui, perché io -data la mia arcinota impulsività- per fortuna non ero presente), il che ha portato un tot di nervoso, anche perché non voglio riprendere l'argomento per non litigarci, ma mi ritrovo 'sto rospo da sputacchiare in non so bene quale modo.. e quindi sono moooooolto reattiva a qualsiasi cosa..
Questo contribuisce ovviamente ad aumentare la mia impazienza: mi dicono che l'ultimo mese non passa mai perché hai fretta e non vedi l'ora... io come farò che già adesso sono così???
Intanto è arrivata la temutissima caldazza e io sono già stufa dopo un giorno!! speriamo che si ammorbidisca presto, perché tre mesi così 'gna posso fa'!!!!!

Ed ecco il panzone in anteprima (in effetti la foto è già di un paio di settimane fa, ora è già più grosso!)

martedì 18 maggio 2010

venticinquesima settimana ed un pochetto..

Settimana e fine settimana all'insegna del nervoso e delle pratiche di denuncia dei redditi, con conseguente grande insopportazione per chiunque osi metter becco in qualsiasi cosa riguardi noi e conseguente voglia di rifugiarmi in una casetta in mezzo ai boschi senza nessuno che rompa. Diciamo che a tratti potrei mordere. Per fortuna nella nuova settimana la situazione va lentamente migliorando, anche se la reattività rimane abbastanza elevata :P

Per compensare gli scossoni emotivi ho ordinato sul sito www.ecobaby.it (fornitissimo) i pannolini lavabili, che sono arrivati stamattina... sono a dir poco fantastici!!! Ho fatto un mega ordine, includendo anche qualche assorbente per me per fronteggiare il mega ciclo post parto, le coppette assorbilatte, le wet bag e qualche salvietta.. Stamattina quando è arrivato il pacco mi sembrava di aprire il tesoro delle meraviglie!!!


lunedì 10 maggio 2010

ventiquattresima settimana

Le contrazioni purtroppo sono ricominciate, ma credo che ci sia un bel nesso con il fatto che in casa fa un freddo boia (abbiamo 17 gradi e un'umidità tipo del 90%) e continuano a non accendere il riscaldamento.. Il panzerottino si muove meno: probabilmente ogni tanto rimane un po' congelato, nonostante i due maglioni che mi porto costantemente addosso..
Per fortuna i miei ci hanno dato gli aiuti umanitari: una stufetta elettrica e il deumidificatore.. Non avrei voluto usare la stufetta, ma la situazione è critica e le previsioni sono pessime per tutta la settimana, per cui.. di necessità virtù!! Ora almeno la situazione è un po' più vivibile!
Stamattina sono andata a fare la curva di carico del glucosio (alla fine mi hanno fatto la mini-curva: fiuuuuu!!!). E' stato molto più facile del previsto (il bibitone era meno peggio del previsto e mi hanno trovato le vene per entrambi i prelievi senza massacrarmi), ma ora mi ritrovo con tutto l'apparato digerente in subbuglio e -non so perché- ho la vaga impressione che il bibitone c'entri qualcosa..
Ho finito di leggere "Per una nascita senza violenza" di F. Leboyer: veramente bello. Certo, in alcuni aspetti è un po' datato (per esempio non prende in considerazione gli effetti negativi del parto in analgesia), ma d'altronde è degli anni '70! Comunque vale veramente la pena di leggerlo :)


Mi sono lanciata intanto in strenue ricerche sulla vitamina k, in quanto ho scoperto solo qualche giorno fa che ai bimbini appena nati fanno di routine una fantastica iniezione di vitamina k
di benvenuto. La cosa divertente è che la giustificano dicendo "i neonati non hanno a vitamina k ed è a loro indispensabile": e già allora mi spiegate come è sopravvissuto il genere umano nei millenni senza 'ste iniezioni di vitamina??? Ogni tanto ho proprio la sensazione che ci prendano per stupidi.
Comunque, i risultati parziali della ricerca sono questi, finora:

- pro: la vitamina k previene il rischio di emorragie neonatali dovute alla carenza di questa stessa vitamina, che però può avvenire in caso di mamma/bambino sottoposti ad alcune terapie (tra cui quella antibiotica) o di malassorbimento intestinale.. la domanda per cui nasce spontanea: per la fanno a tutti invece che alle sole persone che ne hanno bisogno?

- contro: un eccesso di vitamina k può portare a iperbilirubinemia (ovvero l'ittero neonatale, da qui altra domanda spontanea: quanti itteri in ospedale sono causati dall'uso della vitamina?), reazioni allergiche, in rari casi danni cerebrali ed inoltre sono presenti studi (dagli esiti controversi) che legherebbero questa prassi all'aumento di cancri e leucemie in età pediatrica. Ovviamente c'è anche il contro di sforacchiare subito un bimbino appena nato, che già ne ha dovute penare fino lì..

Poste queste questioni mi sono detta: beh, se bisognasse farla sta vitamina (magari assicurarsene prima con un prelievo a ridosso della d.p.p.??), potrei farmela fare io quando entro in travaglio (nel manuale merks ed in altri è contemplata come alternativa all'iniezione al neonato), in modo da attutire l'effetto sul panzerotto. Già, ma rimane il problema del "post". Se infatti la mamma è carente di vitamina k, nel suo latte potrebbe essercene troppo poco e pare che i neonati fino a tre mesi non siano ancora in grado di produrne a sufficienza, quindi sarebbero da dare le gocce. "Beh, dare le gocce non mi sembra nulla di traumatico" mi sono detta, ma poi sono andata a vedermi gli eccipienti del Konakion gocce (il medicinale più prescritto per la vitamina k) e scopro che sono acido benzoico ed altre amenità, ovvero conservanti definiti altamente tossici e cancerogeni. Apperò, alla faccia del prodotto per l'infanzia! Invece nella soluzione iniettabile non sembrano esserci grosse schifezze.. quindi boh, si potrebbe sempre valutare l'eventualità di punturare la mamma (anche le compresse masticabili per adulti hanno dentro un sacco di schifezze)..
Ovviamente perplessità e arrabbiatura rimangono e aumentano: possibile che si somministrino certe cose con tale leggerezza??? Ad un neonato poi.. bisogna sempre chiedersi il perché di tutto, mai tralasciare nulla e studiare!!

venerdì 7 maggio 2010

strategie anti-freddo

Il tempo è bigio, ma è maggio e per chi è vittima del riscaldamento centralizzato non c'è speranza alcuna: stamattina abbiamo toccato i 17 gradi.. quindi ci si difende come si può..





giovedì 6 maggio 2010

il blog candy di gravidanziamo

Partecipo anch'io al blog candy di Gravidanziamo!

lo trovate qui

Il premio è a sorpresa per chi vincerà... fateci un salto!

lunedì 3 maggio 2010

ventitreesima settimana

Finalmente anche il maritozzo comincia a stare un po' meglio.. però abbiamo saputo che lo opereranno dopo il parto e la cosa a livello di gestione familiare non sarà proprio semplice, anche perché sarà operato a più di 50 km da qui, e il bimbo in reparto non lo potrò portare.. ma sì, in qualche modo faremo, in qualche modo facciamo sempre! Quello che mi dispiace di più e che non potrò stargli accanto come avevo pensato, dovrò probabilmente fare in modo che qualcuno lo faccia al posto mio e la cosa per quanto mi riguarda è abbastanza dolorosa, ma tant'è: l'importante è che vada tutto bene e che facciano un bel lavoro :)
Io e il panzerotto ci rispondiamo sempre di più attraverso mani e calcetti: stamattina saremmo stati almeno mezz'ora a "dialogare".. continua così dovrò imparare il linguaggio morse!! :D
La mia pancia sta bene in questo periodo, è abbastanza serena e rilassata.. invece continua la guerra alle allergie, per cui ho finalmente deciso (dopo aver vinto una lingua a righe e pois anche un po' sanguinante per due giorni) di eliminare gli alimenti che danno cross-reattività con le mie allergie. Non l'ho mai fatto prima, perché a parte gli acari (che danno cross reattività con lumache e gamberetti, che ovviamente non mangio), le altre allergie danno reattività con una trentina di vegetali: praticamente tutta la frutta (tranne fragole, fichi e ananas, in sostanza) ed un bel numero di verdure (tra cui lattuga, carote, pomodori), e la cosa per una vegetariana non è propriamente una passeggiata. Per ora proverò a lasciare ancora le verdure cotte, sperando che basti.
Intanto continuano gli esperimenti di integrazione alimentare per la mia ultima virata un po' vegana (da quando sono incinta, mi fa impressione anche mangiare le uova, e i latticini non mi hanno mai convinta molto): ho provato a macinare semi di lino e alga sulla pasta, ma proprio non ce la posso fare, fatico a finire il piatto e alla fine sono stra-disgustata.. Per cui help!! Si cercano consigli per integrare omega 3, zinco e quant'altro!!!!
Tra l'altro, ieri ho preso le misure dell'ecografia e ho provato a fare il calcolo di peso e altezza: poco più di mezzo kg per poco più di 30 cm (misure di una settimana fa).. si fa spazio il mio piccino eh!!!