mercoledì 23 maggio 2012

21 mesi e 16 settimane

Caro tartino mio, manca una stagione ai tuoi due anni. Abbiamo preso l'aereo, il treno, avuto il nostro primo incidente in auto, fatta una super mega influenza intestinale.. insomma: è stato un mese intenso!
Sei in continua evoluzione: hai iniziato a dire le parole con più sillabe, a dire la "f" e.. a usare il gerundio!

Abbiamo fatto anche qualche incontro e abbiamo trovato anche una buona buona compagna di giochi: insieme vi intendete, avendo entrambi un carattere cauto nei primi approcci e poco invadente.
Abbiamo iniziato a togliere il pannolino anche di notte -su tua richiesta- e ci siamo fatti scorpacciate di ciliege.
Ti chiedo scusa per la mia poca pazienza: la gravidanza mi stanca tanto (il 730 ancora di più! :D) e mi rendo conto che spesso mi innervosisco subito e per niente.. scusami, spero almeno di riuscire a comunicarti che non è colpa tua, ma credo di dover lavorare meglio su questo punto.
Abbiamo visto la tua sorellina (? così sembrerebbe) nella pancia di mamma e ora è proprio certo che hai inteso la faccenda.. e ti diverti a prenderci in giro quando ti chiediamo quale nome preferisci :D
Inizio ad avere un po' di remore sui tuoi tre anni come limite fissato per darti la possibilità di scelta sul cibarti di animali: al momento è capitato ogni tanto di parlarne, ma non credo affatto che tu abbia capito che cose realmente sia la carne. Anche perché i concetti di morte e di uccisione ti sono ancora fortunatamente lontani. E inizio a temere che a tre anni sarà ancora troppo presto, e la sola cosa che proprio non vorrei sarebbe che tu ti cibassi di carne e pesce senza aver capito bene che cosa sia..
Ma bando alle ciance: tanti auguri piccino nostro, sempre più prezioso ogni giorno che passa!!


Esserino che stai nella mia pancia -e che sembreresti esser femmina, ma è troppo presto e non ci si può sbilanciare- anche per te è stata una settimanina intensa, tra incidenti, cadute, affaticamenti mentali e fisici di mamma. Ti sento poco in questi giorni e tutto ciò mi è subito fonte di ansia, ma credo che tu abbia già capito che la tua mamma ogni tanto se ne va a male facilmente (ma ne è consapevole :D)
Mi chiedo come sarà, avervi in due fuori pancia, e mi rendo piacevolmente conto di provare lo stesso sentimento di assoluta ignoranza (anche proprio predittiva) che avevo nei confronti del futuro quando dentro alla mia pancia c'era il tuo fratellino.. Mi piace non sapere minimamente cosa aspettarmi: sarà tutto una scoperta nuova, senza pregiudizi nè aspettative. Ti abbraccio caldo caldo piccolina mia, sperando di riuscire a tenerti abbastanza al sicuro e in un ambiente perché tu possa essere serena e stare bene ^_^

3 commenti:

  1. che bella persona che sei!mi emoziona sempre leggerti!
    un abbraccio.
    Mel

    RispondiElimina
  2. silvia mamma dell anno 2012! commossa! un abbraccio bello e sicuro a voi!

    RispondiElimina
  3. Che tenerezza leggerti... Per quanto riguarda il discorso del cibarsi di animali, ci penso spesso anch'io: non so bene come affrontarlo, perciò farò tesoro della tua esperienza! Idealmente vorrei che mio figlio non mangiasse carne, almeno fino a quando non sarà ben consapevole di tutto quello che ci sta dietro... E immagino che per questo tipo di consapevolezza ci voglia del tempo (ma forse nemmeno troppo, chissà!).
    Intanto un abbraccio forte!

    RispondiElimina