martedì 1 novembre 2011

Home trippin'

L'idea mi sfarfallava in testa da un po'.. Da un lato l'esigenza di trovare occasioni da far sperimentare al tarta, in modo che non rimanga sempre chiuso in casa, da un altro la riflessione su un sistema educativo-scolastico che trovo rispecchiare sempre meno quelli che sono i cardini di una pedagogia liberante per l'uomo.
L'home-schooling da un lato mi attrae, dall'altro ho alcune perplessità non da ridere al riguardo: posto che spesso i genitori che lo farebbero non abitano tutti nel raggio di una decina di km e non trovo giusto sballottare bimbi tutti i giorni avanti e indietro, ciò che proprio mi riempie di dubbi è prima di tutto la competenza pedagogica dei genitori stessi (ok che ci sono genitori che sono molto più competenti di molti insegnanti, ma non significa che di per sè tutti quelli interessati all'home-schooling siano poi in grado di sostenere questo ruolo), ma forse il dubbio amletico ancor più importante è rispetto ai metodi educativi familiari. Ci sta che tendenzialmente chi si avvicina a questo tipo di percorso scolastico ha una certa visione pedagogica, ma poi -di fatto- siamo poi sicuri che i metodi educativi intrapresi dalle singole famiglie partecipanti siano poi così sovrapponibili? Ecco, io ho dei seri dubbi al riguardo, e temo che da ciò possano nascere anche notevoli incomprensioni..
Ma insomma, comunque accettare lo status quo al momento non mi soddisfa a sufficienza e così ho pensato ad una forma più "leggera" -nonché temporalmente meno impegnativa- di home-schooling.
Da poco tempo ho inaugurato un gruppo su facebook per i genitori della provincia di Torino. Il gruppo si chiama "Home-trippin'" e lo potete trovare qui.
L'idea è quella di trovarsi ogni tanto (ad esempio una volta a settimana) e creare piccole occasioni di home-schooling sfruttando le risorse del territorio.
In settimana ci troveremo per iniziare la conoscenza reciproca e imbastire la prima programmazione.. chiunque fosse interessato chieda l'iscrizione al gruppo e -se sprovvisto/a di profilo fb- faccia pure riferimento al mio indirizzo e-mail sibia.orsomichele@gmail.com.





15 commenti:

  1. Acc.. a leggere queste cose mi fai tornare nostalgia di Torino! :-) Auguri per la buona riuscita del progetto, che mi sembra molto interessante!
    P.S: bello il marsupio!!!

    RispondiElimina
  2. E qui avrei un fior fiore di riflessioni, stringo. La competenza pedagogica la si acquisisce sul campo credo, e anche chi ne è sprovvisto ha diritto a crescere i proprio figli. Per il resto delle competenze non mi preoccupano tanto, in quanto credo che non sia tanto importante riuscire a dare sempre delle risposte giuste e esaustive alle domande dei figli, ma fare in modo che i figli si pongano sempre delle domande. Le risposte cambiano, si cercano, il problema è se cresciamo degli adulti che non si chiedono mai il perchè, adulti succubi e sudditi, io vorrei che le mie figlie se sentissero sempre libere di mettere in discussione tutto, anche la mamma, sigh!!

    RispondiElimina
  3. Anche io mi sto interessando all'homeschooling: la scuola materna incombe.
    Solo che non mi sento molto portata/preparata, e vorrei farlo part-time. Ovviamente da sola, perchè qui è il solito deserto (home' che?!?!)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per questa idea!!!anche io nutro i tuoi stessi dubbi sull'homeschooling....da un lato c'è l'educazione che diamo noi genitori a casa dall'altro ci sono gli educatori e le maestre con le quali magari a volte noi genitori potremmo non essere d'accordo ma diciamo che c'è sempre un mondo "altro" con cui noi e i nostri figli dovranno sempre rapportarsi....
    ora vado a iscrivermi al tuo gruppo su fb...chissà che io e tommy riusciamo a venire qualche volta :))))

    RispondiElimina
  5. ciao!!!
    allora mercoledi posso eserci in... videoconferenza!
    attenzione che a mezzaluna (ci ho lavorato!, abitando li sopra fino al 2004!) lo spazio è stra ristretto :(
    comunque aspetto le vostre considerazioni...
    io ne ho fatte molte.
    Baci
    a presto!

    RispondiElimina
  6. ecco più ti leggo e più mi convinco che i grandi cambiamenti si fanno e si preparano così come fai tu, piuttosto che con le rivoluzioni improvvise che alla fine sfociano inevitabilmente nella violenza.
    mi piace molto il tuo approccio alla vita, è bellissimo leggerti.
    Barbara

    RispondiElimina
  7. grazie a tutte per i commenti: spero proprio che sarà la partenza per un buon progetto!

    @ mami: non posso che essere d'accordo su questo punto :)

    @Sara: l'ho capito che il posto è piccolo -mi hai anche telefonato per dirmelo!- ma ne eravamo consapevoli..

    RispondiElimina
  8. Cioè? In che senso? Si vedono tutti di tanto in tanto e cercano metodi migliori per educare i propri figli?

    Sembra una cosa interessante, mi fa pensare al confronto tra genitori e figli (uni con gli altri, degli altri)!
    Mi piace quando mamma e papà sono attivi nella vita socio-scolastica dei propri cuccioli...


    Mi spiegheresti solo meglio di cosa si tratta? :) Mi sento tanto ignorante uuuuuuhhh!

    RispondiElimina
  9. sì sì e mille volte sì, che interessante! poi un altro dubbio che mi è venuto sull'homeschooling riguarda la socializzazione e l'interazione con altri coetanei...
    bellissimo l'home trippin'! baci

    RispondiElimina
  10. ma che bella iniziativa! peccato che io sia così lontana :-( se hai voglia, mi diresti come hai fatto a trovare persone interessate? solo tramite internet o tramite conoscenze concrete? a volte penso di essere l'unica qui nella mia zona ad avere certe idee, invece chissà, forse non è così... In bocca al lupo per il primo incontro!

    RispondiElimina
  11. @ Volpina: si tratta di programmare insieme una serie di uscite didattiche sul territorio, in sostanza ^_^

    @ ale in che senso sulla socializzazione?

    @ abete: ho semplicemente creato un gruppo su fb, poi stiamo pubblicizzando un po' come si riesce: internet, passaparola..
    peccato davvero per la tua lontananza!

    RispondiElimina
  12. Ma sei una forza!
    Anche io nutro come te gli stessi identici dubbi.. Peccato solo che abitiamo così lontane.. mi sarebbe davvero piaciuto parteciparvi!Continua così!

    RispondiElimina
  13. Ma sai che qua in Svizzera è addirittura proibito l'home schooling...ma andrò ad informarmi :-)
    Il tuo Mei Tai è bellissimo, ho appena finito di cucire il mio primo Mei Tai, ora ne preparerò un secondo un po' più resistente.
    Ciao ciao
    Marta

    RispondiElimina