martedì 6 dicembre 2011

di notti, di malesseri..

E oggi con questo bel sole, le cose finalmente iniziano ad andare un po' meglio, ripulite dal vento di ieri, e riemergiamo un po'. Tu col naso che cola e tendente al lamentoso per la stanchezza, io con la ancora un pochettino di febbre e gola e orecchie in fiamme, papà al lavoro, ma un po' meno stressato.
Che neanche quando eri piccino mi era capitato di fare notti in bianco fino alle 6 di mattina, ma il più difficile è vederti urlare e dimenarti e qualsiasi cosa facciamo sembra che sia peggio. Che sia giungono sintomi strani - come l'orticaria - e la paranoia è proprio lì dietro l'angolo, pronta a divorarmi in un sol boccone come il lupo di cappuccetto rosso.
Questa notte è andata meglio: ti sei svegliato spesso ma sei stato sereno, e, ora che il sole mi scalda da dietro la finestra e tu dormi placidamente nel tuo lettino, penso che tutto sia servito a ricongiungerci un po' di più, a riprendere i contatti, a stare più vicini, che in questo periodo sono stata troppo distratta.
Piccolo nostro, noi siamo qui e staremo sempre al tuo fianco anche quando stai male, anche quando non sappiamo che fare per farti stare meglio, anche quando siamo più disorientati di te su quel che capita. Ma noi ci siamo. Sempre.

7 commenti:

  1. Piccino! Spero che ora stia meglio. E anche che la tua febbre sia passata. Un abbraccio al piccolo!

    RispondiElimina
  2. immagino la vostra preoccupazione e stanchezza....ti abbraccio!

    RispondiElimina
  3. momenti difficilissimi ma se si tiene conto che è l'unico modo per permettergli di farsi delle buone difese immunitarie tutto si sopporta un po' meglio... tenete duro
    Alessandra

    RispondiElimina
  4. non lasciarti vincere dalla paranoia.
    in fondo (e nemmeno proprio in fondo) al cuore sai perfettamente che NON è per quello che la paranoia cerca di farti credere.
    un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  5. Ah che brutto quando i bimbi stanno male... mi ricordo che quando i miei fratelli ed io stavamo male era un incubo per i miei...
    "sniff-sniff" a tutto spiano e "couf-couf" a non finire... con la mamma che correva dalla camera, al bagno, alla cucina, ai nostri letti, e il papà che le dava il cambio... Ohhh che giorni... mi spiace... speriamo migliori!

    RispondiElimina
  6. ciao cara, manco da un bel po' e mi sto facendo una lunga lettura di aggiornamento :) Ma intanto ti lascio un augurio di tanta serenità e felici pensieri per le feste che vengono :) Un abbraccio!

    RispondiElimina