martedì 23 febbraio 2010

Del concetto di riposo

Chiariamo una cosa: va bene, sono una persona pigra, molto pigra, ma non mi piace stare accozzata al divano tutto il giorno tutti i giorni senza nulla da fare, se non aspettare le 15 per vedere "smallville" e le 16,35 per vedere "reparto maternità", cercando di fare passare il tempo in mezzo tra pisolini, mangiate e coltivazione di fattorie su facebook. Eppure devo stare a riposo, e dopo l'ultimo tipo di fitte comparse sono stata specificatamente invitata a stare "seduta e ogni tanto sdraiata", per cui non è che io mi senta malata, non è che io sia svogliata, non è che voglia stare nella bambagia perché "oh mamma sono incinta", semplicemente.. non posso. E allora sono stufa di sentirmi dire che devo camminare perché sennò ingrasso, che devo muovermi perché fa bene, che ora che sono a casa devo andare in piscina.. non capisco: cosa c'è di così difficilmente comprensibile nel concetto di "riposo"???
E sono altresì stanca di avere la casa sporca e in disordine, i piatti sempre da lavare, lavatrici da stendere, pavimenti e bagno da pulire, pranzi e cene da cucinare (e quanto mi viene il voltastomaco a cucinare!) e non poterlo fare. E avere raramente qualcuno che lo fa per me. Mio marito arriva tardi e sfatto e io mi sento uno schifo a chiedere che faccia tutto lui, finisce che qualcosina la faccio io, finisce che esagero e il giorno dopo devo starmene sdraiata tutto il giorno.. la verità è che non so come risolvere la situazione: sono arrabbiata e mi sento impotente. So che questi non sono problemi: in fondo per il resto sto bene e anche il panzerotto è in forma, ma io sono abituata a fare tutto da me e a risolvermi tutto da sola e non mi vivo bene questa sorta di dipendenza dagli altri.
Scusate lo sfogo ma ne avevo proprio bisogno.. se qualcuno/a ha qualche consiglio illuminante o sa dove acquistare una bacchetta magica me ne renda partecipe!!

9 commenti:

  1. Ti capisco! Io ho avuto una cosiddetta gravidanza a rischio, e sono stata praticamente sempre a letto. Anche a me scocciava, e anche io mi sentivo impotente: non ho nemmeno potuto fare shopping per mia figlia, prepararle la cameretta, ecc... Dovevo solo 'covare' e stare a riposo. Ho odiato la parola 'riposo' profondamente!

    Secondo me non ci sono consigli illuminanti.
    Io mi sono aperta un blog, ho scritto, ho guardato tanta tv, chiacchierato con le amiche tramite forum e letto tanti libri.

    La casa rimane in disordine, la cena da fare, i panni da stirare... e pazienza! :)
    io mi ci sono talmente abituata che anche adesso che non sono più a riposo forzato, non faccio più nulla :D

    RispondiElimina
  2. mi spiace...mi spiace per come ti senti...
    io non ho avuto gravidanze difficili, ma come te, sono una che ha sempre fatto tutto da sola, e capisco il tuo disagio nel farti aiutare dagli altri.
    metti da parte il disagio...mettilo da parte quando vedi la casa sottosopra e mettilo da parte quando qualcuno ti da una mano.
    Fatti aiutare, non aver timore di chiedere...e se qualcuno si offre per darti una mano, non girare intorno e di di si subito!

    ahhhh...se potessi verrei io a darti una mano!!!

    Un abbraccio forte forte

    P.S.: visto che devi passare il tempo...se vuoi chiacchierare con me su fb, trovi il contatto sul mio blog :-)
    e se ti va di stare al telefono, io sono una gran chicchierona :-D

    RispondiElimina
  3. Grazie carissime, davvero, mi sollevate tanto :)
    un grande abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Coraggio Sibia, fallo per il panzerotto! E per quanto possa scocciarti chiedi aiuto vedrai, non te ne pentirai. Starai in compagnia e gli altri si sentiranno d'aiuto. Poi come scrivevo nel post che tu conosci, gli occhi saranno solo per il piccolo. Approfittane finchè puoi :D!!! ;) Adesso inizieranno le belle giornate così potrai stare in terrazzo o giardino a prendere un pò di tepore leggendoti un buon libro. Bacioni!

    RispondiElimina
  5. Purtroppo non ci sono bacchette magiche e nemmeno parole magiche... ma in questo momento tu hai delle priorità, in primis quella di far si che il tuo piccolo continui a stare bene! Perciò non cascherà il mondo se non fai i lavori, non cucini, non sei "attiva" ... il tuo lavoro adesso è "covare" (come dice MF ;-D ) tutto il resto pian pianino si sistemerà o lo sistemeranno.... perciò chiudi fuori quelli che ti dicono cosa fare senza sapere niente, che ti danno consigli non richiesti, che pretendono di sapere tutto... e di SI a chi ti offre aiuto e sostegno, marito per primo... passerà qualche fine settimana a pulire e cucinare sotto la tua supervisione magari (ehm.. tu non pretendere mari e monti però...) ma ti assicuro che questo non lo ucciderà e anzi.... è un bel modo di condividere e affrontare le esperienze assieme. Un abbraccio, e se hai voglia di sfogarti, scrivimi... o scrivi... ed io risponderò all'appello! Bacioni

    RispondiElimina
  6. "Vicina di pancia" come ti capisco...
    La mia non è una gravidanza a rischio eppure tutti mi dicono di stare ferma, di non fare questo e non fare quello...e mi "snervo" figuriamoci tu che proprio NON PUOI!
    Secondo me non devi sentirti in colpa di niente, non puoi mica non vuoi! Il motivo lo sanno tutti...e il tuo panzerotto ti ringrazierà! ;-)
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  7. grazie a tutte! vi sento vicine e questo mi da' un grosso sostegno e mi aiuta a prenerla con più filosofia :)
    Ieri il maritozzo è andato a comprarmi il buscopan ed è tornato con una rosa.. certe cose non hanno prezzo!! ^.^

    RispondiElimina
  8. mi spiace per il riposo forzato, per fortuna l'ho fatto solo un mese ma già mi sembrava di impazzire.
    MammaFelice nel suo sito aveva anche pubblicato qualche articolo con dei consigli per le maternità "a riposo".
    Non hai qualche hobby da coltivare? Che so, leggere, ricamare, sferruzzare, ...? Io in quel mese ho fatto 4 bustine col nome del tato ricamato per i cambi dell'ospedale (che poi ho usato anche per altro e ora forse mi tornano buone per l'asilo).

    RispondiElimina
  9. Ciao Cipì, sì hobbies ne ho a bizzeffe, è che per il momento sono talmente apatica che non riesco a fare molto. Adesso che forse la sonnolenza sta andando via andrà un po' meglio, ma il problema non è tanto lo stare a riposo di per sé -ma ne faccio abbastanza facilmente una ragione- quanto l'avere mille incombenze da fare e che non posso svolgere perché devo stare a riposo..
    un abbraccio

    RispondiElimina