martedì 20 aprile 2010

autoproduzione detersivo per piatti

Questa sera mi sono lanciata: ho finalmente provato a fare il detersivo per piatti!
La ricetta l'ho trovata su "blogeko.it"(su segnalazione di Erbaviola -grazie! :)- la ricetta originariamente è tratta dal libro "Detersivi Bioallegri" http://biodetersivi.altervista.org/homepage.htm), ma ho dimezzato le dosi perché non avevo abbastanza limoni :)
Ora la riporto nelle dosi che ho utilizzato:

Ingredienti: un limone e mezzo (meglio se bio), 200 ml di acqua, 100 grammi di sale e 50 ml di aceto bianco.

- tagliare a rondelle o a pezzetti i limoni, privandoli dei semi

- frullarli compresi di scorza

- mettere il composto in una pentola con l'acqua, il sale e l'aceto

- portare ad ebollizione mescolando

- far bollire per 10 minuti

- frullare nuovamente il composto per renderlo omogeneo


Per la conservazione si può mettere in un barattolo di vetro (io ne ho usati due di quelli piccolini per le marmellate).


Ho lavato le stoviglie che ho usato (ovviamente con sola acqua, il detersivo era nella pentola!) e sono venute lucidissime!! :)))



28 commenti:

  1. wow, ci voglio provare...con tutti i limoni che produce l'albero del nonno ah ah ah .
    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. L'ho fatto anch'io e lo trovo utilissimo con le stoviglie del pesce o dell'uovo... ho avuto però qualche difficoltà a frullare e qualche pezzetto è rimasto. Vedremo la prossima.... ah, io ho aggiunto anche un po' di bicarbonato. Ciao

    RispondiElimina
  3. Fantastico!
    Anch'io lo conosco: con la mia associazione di volontariato preferita abbiamo fatto anche un laboratorio per insegnare anche alle mamme a farlo. E pensare che c'era anche un uomo a seguire il laboratorio! :D
    Aggiungerei qualche consiglio: usare un frullatore molto potente per evitare di bruciare il motore e se si può usare ingredienti biologici o al massimo a Km 0. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Devo assolutamente provarlo, questo w-e mi cimento :-D!!!
    Roby

    RispondiElimina
  5. @Beta: occhio, che il bicarbonato è basico e aceto e limone sono acidi.. se li metti insieme diminuisci solo l'effetto del detersivo! ;)

    @Danda: io ho usato il minipimer e a parte qualche difficoltà iniziale (superante mescolando spesso il contenuto) non ho avuto difficoltà..

    @tutte: grazie! comunque è velocissimo e semplicissimo da fare.. :)))) w l'autoproduzione!!

    RispondiElimina
  6. Nooo troppo ganzoooo!!
    Sai che però io dovrei mettere dei cartelli di avvertenza perché rinco come siamo rischiamo poi di berlo credendo che sia limoncello?
    Faccio per dirlo.
    Ma GRAZIE per queste dritte!

    RispondiElimina
  7. in effetti fa un profumo di limoni fortissimo! :)
    ed è eccezionale con l'unto! ;)

    RispondiElimina
  8. Interessante, lo faccio anche io così!!! Ma la ricetta, te lo segnalo solo perché so che sei anche tu corretta, non è di blogeko (che in realtà scopiazza sempre molto senza citare le fonti!!!!) ma del libro "Detersivi Bioallegri" e del sito relativo http://biodetersivi.altervista.org/homepage.htm

    Io lo uso anche diluito con ulteriore aceto, al momento, per sgrassare e pulire i fornelli, è veramente eccezionale e lascia un profumino gradevole :)

    RispondiElimina
  9. Ok, grazie Erbaviola, lo aggiungo subito!!! :)
    (Io per i fornelli uso spruzzino di acqua e aceto.. una bomba!!)

    RispondiElimina
  10. Grazie per questa ricetta!! Voglio assolutamente provarla! Da un pò di tempo a questa parte mi è venuto il pallino di provare a fare i detersivi in casa!:-)

    RispondiElimina
  11. eheh! Io per i saponi o dove c'è la soda non mi fido (sono una super pasticciona), ma qui non c'è nulla di pericoloso! E che soddisfazione lavare i piatti ora!!! :)))

    RispondiElimina
  12. @sibia: ma io delle volte faccio dei pasticci tali che lo spruzzino non è sufficiente :D uso questo diluito con altro aceto (sono una untrice!)

    RispondiElimina
  13. eheh!! ;)
    lo terrò a mente!!!! :)))

    RispondiElimina
  14. Ciao purtroppo non funziona, l'ho provato per un po di tempo, a lungo andare rimane una patina sui bicchieri e stoviglie che sostanzialmente è grasso. Manca il tesioattivo, quindi l'unto non va via. Non aggiungete bicarbonato in quanto il composto essendo acido reagisce con il bicarbonato (basico) che nella migliore delle ipotesi annulla l'effetto sia di entambi. io sto provando questo http://lavadoverde.wordpress.com/2009/06/18/detersivo-fluido-per-lavastoviglie-eco/ ma anche il sapone di marsiglia sembra non andare bene. Al momento sto cercando un tensioattivo eco che funzioni.
    Antonio

    RispondiElimina
  15. Ciao Antonio, in effetti anch'io sto riscontrando un po' di difficoltà nell'uso, soprattutto con l'alluminio e la plastica.. per ora lo sto usando sulle cosa poco sporche (tipo bicchieri e tazze, che lavo all'inizio) e poi aggiungo un po' di detersivo per i piatti eco..
    Non so, forse in lavastoviglie funziona meglio, visto che gran parte della forza pulente è data in realtà dall'acqua..
    Cmq se trovi nuove soluzioni aggiornaci!! :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Sibia, quello che farò è sostituire i 20 grammi di sapone marsiglia con 20 grammi di detersivo per i piatti nella ricetta http://lavadoverde.wordpress.com/2009/06/18/detersivo-fluido-per-lavastoviglie-eco/. Questo dovrebbe essere sufficiente. Appena ho qualche risultato vi aggiornerò.
    Antonio

    RispondiElimina
  17. grazie, facci avere news! :)

    RispondiElimina
  18. Ciao Sibia,

    sembra funzionare, ho messo 20g di detersivo liquido per piatti (purtroppo non ecologico) al posto del sapone di marsiglia. Ne è venuto fuori un mezzo litro di detersivo che sembra funzionare.

    Antonio

    RispondiElimina
  19. Ma secondo te funziona anche con quello ecologico?
    Ci dai un feedback comunque anche tra un po', per vedere se continua ad essere soddisfacente anche alla lunga?
    Grazie :)

    RispondiElimina
  20. Credo funzioni con qualsiasi cosa abbia il tensioattivo, devi vedere nell'ecologico se c'è un ingrediente che faccia da tensioattivo e controllare che non abbia un ingrediente acido (limone, aceto) perchè come detto prima il composto è basico e non va mixato con dell'acido. E' da circa 10gg che lo uso e fa il suo lavoro, ne uso molto poco, come dice la ricetta, il minimo, e poi metto aceto nella vaschetta del brillantante. Con 20 grammi di detersivo non ecologico riesco a fare credo una trentina di lavaggi.

    RispondiElimina
  21. ok grazie! Ma io non ho la lavastoviglie.. dice che per i piatti a mano è ugualmente efficace?

    RispondiElimina
  22. non so, non ho provato, in linea di principio si. provare costa intorno a 2-3 euro, ovvero il costo dell'acqua demineralizzata e del bicarbonato.

    RispondiElimina
  23. molto interessante....

    prendo nota!

    grazie

    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo -come postato nei commenti- con il lavaggio a mano ho ottenuto pessimi risultati. Non so però con la lavastoviglie..

      Elimina
  24. ma secondo voi del sapone di marsiglia sciolto con acqua e aceto può dare risultati?
    ho visto anch'io che il detersivo a base di limoni aceto e sale da pessimi risultati, visibili soprattutto sul vetro e sulla ceramica. fondamentalmente.. la roba rimane molto sporca (e piena di batteri, ovvio!)

    ciao, Lele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhm.. secondo me no, perché temo che il sapone di marsiglia ingrassi le stoviglie, inceve che sgrassare.. però se provi facci sapere: il detersivo per i piatti (a mano) è l'unico che on riesco ancora ad autoprodurre!

      Elimina